Vincenzo
Deluci
Nasce a Fasano nel 1974, intraprende gli studi musicali da bambino per poi diplomarsi brillantemente in “Tromba” sotto la guida del M° Ventrella nel 1992, ha intrapreso giovanissimo la carriera concertistica. Nel 1994 è vincitore di una borsa di studio semestrale presso il Corso di Alta Qualificazione Professionale per musicisti di Jazz, organizzato dall’associazione “Siena Jazz” in collaborazione con la Comunità Europea, studiando con Paolo Fresu. Finalista in numerosi concorsi nazionali tra cui il Concorso Internazionale “Astor Piazzola” di Castel Fidardo con premio speciale della giuria come “Miglior Musicista”.
Diplomatosi, inoltre, in “Musica Jazz” nel 1994, in ambito jazzistico, può vantare moltissimi concerti in varie formazioni e la partecipazione ad importanti festival come: “European Jazz Festival”, “Festival del Mediterraneo”, “European Jazz Festival”, “Festival del Mediterraneo”, “Festival Internazionale della Basilicata”, “Festival di Crusone”, “Festival di Iseo”. Ha al suo attivo prestigiose collaborazioni con jazzisti di fama internazionale come G. Trovesi, M. Raja, B. Tommaso, L. Rossi, Juan Carlo Caceras, G. Lomuto, A. Breschi, Dabirèe Gaben, S. Lacy, C. Actis Dato, M. Tamburrini.
Si è esibito in concerti live con Sergio Caputo, Vinicio Capossela, Renzo Arbore, Avion Travel, Lucio Dalla e nel 2003 collaborerà con numerosi artisti negli Stati Uniti tra cui: M. Ribot, Q. Davis, U. Okegwa, A. Doije, C. Wilson… Fa parte come tromba solista della (B. T. O.) “Bruno Tommaso Orchestra” nei progetti: “Steamboat Bill Junior”, “Metropolis”, “Amare Terre” e della “Meridiana Multijazz Orchestra”. Inoltre nel 2001 è tromba solista con “L’orchestra Sinfonica della Provincia di Bari” eseguendo un repertorio monografico sulle musiche di Duke Ellington diretta dal M° Bruno Tommaso.
Ha collaborato come solista in colonne sonore del film “Urban Bus” di Scorza e Di Virgilio, “Ostuni not Ouston” di Michele Oliveri, premiato al Festival di Berlino. Ha inoltre preso parte alla realizzazione di supporti video tra cui quello del Progetto Europeo “Psichenet – Tecnopolis 99”. Viene invitato nel 2003 in Germania ad eseguire delle sue composizioni che diventeranno colonna sonora di un film. Inoltre collabora con illustri attori di teatro quali Micaela Esdra e Leopoldo Mastelloni e con il gruppo teatrale “Moduloesse” nello spettacolo “Laester, drama sacro”.
Nel 2003 presenta un suo nuovo progetto discografico dal nome “La rana dalla bocca larga” edito da Dodicilune dove in sestetto vengono eseguiti brani scritti dallo stesso Deluci, ottenendo ottimi risultati da critica e pubblico e vendendo 1000 copie in soli 15 giorni. Nel 2004 partecipa al tour di Lucio Dalla in Puglia. Nel 2010 torna alla musica attiva con la sua ultima fatica artistica, lo Spettacolo musicale con voce narrate “VianDante”.
venerdì 12 ottobre 2018 / ore 18:00 - 19:15
Palazzo Fedrigotti
Musica e digital storytelling. Nuovi approcci all’inclusione sociale tra umanesimo e tecnologia
Interviene
Erika De Bortoli, esperta di comunicazione digitale
Intervento in video di
Vincenzo Deluci, musicista e presidente Associazione Accordiabili