Home » Sfilata di big al festival degli informatici

Sfilata di big al festival degli informatici

L’Adige

Al via venerdì la tre giorni del «Festival di Informatici Senza Frontiere»: confronti, dibattiti, laboratori e workshop per discutere su come usare le nuove tecnologie in modo consapevole e scoprire le attività che l’associazione «Informatici Senza Frontiere» sviluppa per promuovere l’utilizzo dell’informatica come strumento di inclusione sociale. Un’occasione per agire e riflettere su temi di carattere etico ? dal cyberbullismo all’inclusione bancaria, dal diritto all’oblio alle fake news alla violenza in rete ? ma anche per conoscere e contribuire a progetti di informatizzazione come quelli realizzati da Informatici senza Frontiere negli ospedali africani assieme a Medici per l’Africa Cuamm, in aree di marginalità sociale come Scampia, o a favore di persone diversamente abili.

Il programma del primo giorno – Ad aprire la manifestazione venerdì mattina alle 11 al Teatro Zandonai il presidente Fbk e già ministro dell’Istruzione Francesco Profumo, che dialogherà con l’amministratore di Dedagroup Gianni Camisa e il professor Giuliano Noci, responsabile scientifico dell’osservatorio «Agenda digitale». A condurre l’incontro il direttore di «Corriere Innovazione» Massimo Sideri che poi alle 15, sempre allo Zandonai, presenterà con l’avvocato e saggista Umberto Ambrosoli il libro «Diritto all’oblio, dovere della memoria». A seguire tre incontri sui temi della tecnologia e cooperazione allo sviluppo, sulle nuove scoperte tecnologiche realizzate da aziende come Dainese e Erickson, e sul rapporto tra cervello umano e mente artificale con Gianni Vallortigara ed Enrico Prati. Alle 18 Facebook «protagonista» con Laura Bononcini, head of Public Policy, che in un dialogo con il sostituto procuratore della Repubblica di Milano Francesco Cajani affronterà il tema della privacy in rete, moderati da Stefania Chiale, giornalista di 7 del Corriere della Sera. Chiude la giornata di venerdì alle 21 allo Zandonai l’intervento dello psichiatra e saggista Paolo Crepet che presenterà il suo nuovo libro «Baciami senza rete».
Gli ospiti – La manifestazione – il finale domenica mattina con l’intervento dell’ex ministro del Lavoro Elsa Fornero – vedrà presenti ancora moltissimi personaggi di rilievo; il presidente dell’Associazione Medica Espatriati Siriani Nabil Al Mureden, la giornalista ed editorialista del Corriere della Sera Isabella Bossi Fedrigotti, la rappresentante del popolo Saharawi Fatima Mahfud, il prof. Norberto Patrignani, l’amministratore delegato di Banca Prossima Marco Morganti, l’esperta di etica delle tecnologie dell’informazione Diane Whitehouse. A Rovereto, saranno presenti anche uomini di spettacolo, come Guido Marangoni ? autore del libro “Anna che sorride alla pioggia” ? e protagonisti dello sport come gli atleti paralimpici Andrea Devicenzi e Massimo Spagnoli.
Premio «Digital School» – Sabato mattina il festival proporrà il «Premio Digital School» con cui verranno celebrate le migliori esperienze educative, a livello italiano, nell’ambito dell’uso smart, solidale e sostenibile dell’informatica e delle nuove tecnologie: un appuntamento e un riconoscimento simbolico dell’impegno di tanti giovani e dei loro insegnanti.
Le mostre – Il festival darà spazio anche a due progetti espositivi che il pubblico potrà visitare da venerdì a domenica: Sensoltre, il primo percorso multisensoriale al buio tra quadri tattili realizzato con l’ausilio della tecnologia «Nfc» (Near field communication). Arte, musica e tecnologia si fondono in un percorso plurisensoriale, un’occasione speciale che accosta vedenti e non vedenti a nuove forme d’espressione artistica. L’edizione 2017 del Festival di Informatici Senza Frontiere animerà tutta la città: il talk e conferenze verranno ospitate al Teatro Zandonai, a Palazzo Fedrigotti, alla Fondazione Caritro, al Palazzo Alberti Poja e alla Sala Filarmonica, mentre i laboratori e le mostre saranno realizzati all’Urban Center di Corso Rosmini e alla Biblioteca Civica di Corso Bettini. Tutti gli eventi a ingresso libero. I posti in sala sono limitati: è possibile registrarsi agli eventi in direttamente sul sito www.isf-festival.it, sezione «Programma».